domenica 11 settembre 2016

Tempo di utilizzo consigliato per un tapis roulant: "prevenire è meglio di curare"

Recentemente si è potuto osservare su alcuni tapis roulant che è apparsa l’indicazione del tempo massimo continuativo di utilizzo e del tempo minimo necessario a raffreddare i componenti interni del tapis roulant.

Vedi ad esempio l’etichetta di questo tapis roulant Weslo indica un’ora di utilizzo e un’ora di pausa.
Purtroppo sulla maggior parte dei tapis roulant non sono date queste indicazioni. Inoltre ci può essere una notevole differenza dovuta:

•    al peso di chi utilizza l’attrezzo (maggiore è il peso, maggiore il calore generato e la necessità di pause),

•    al tipo di uso, ovvero corsa o camminata (meno di 5 km/h), in cui – controindicativamente – il tapis roulant si scalda e danneggia maggiormente nella camminata (per motivi tecnici legati alla tecnologia di regolazione del motore),

•    alle condizioni degli organi di trasmissione (rulli, cinghia e nastro). A tal proposito si rileva che un nastro non lubrificato, troppo lubrificato o vecchio può portare a un consumo di corrente doppio rispetto a un nastro nuovo di tipo “low friction” (acquista nastri "low friction" sul sito ricambi tapis roulant: nastri tapis roulant a basso coefficiente di attrito).

http://ricambitapisroulant.salesource.it/accessori/termometro-lcd-salvamotore.html



 Una soluzione molto più precisa e semplice/economica per evitare danni al tapis roulant è quella di utilizzare un termometro, tipo quello in vendita sul sito ricambi tapis roulant: termometro salva-motore

E’ sufficiente posizionare il sensore sul motore, fissandolo con una fascetta, e sarà possibile attaccare il piccolo display sui montanti del tapis, così che in qualsiasi momento sia possibile controllare la temperatura. Quando questa si avvicina ai 50°C è necessario interrompere l’allenamento per far raffreddare il motore. Infatti la maggior parte dei motori inizia un processo di degradamento quando la temperatura interna supera i 100/120°C. Si iniziano infatti a sciogliere delle parti di isolamento, e se si ripete numerose volte questa situazione o prosegue per lungo tempo ci si ritroverà con un motore in queste condizioni.


motore tapis roulant fuso

Considerando che sulla carcassa esterna la temperatura è di circa la metà rispetto all’interno, si capisce che in tali condizioni il motore può essere danneggiato.
Si noterà che interrotto l’allenamento la temperatura del motore potrebbe salire per qualche minuto invece di scendere. Questo è un effetto naturale dovuto al fatto che pian piano il calore passa dalle parti interne del motore verso la carcassa esterna, e aumenta così la temperatura sulla superficie esterna.

In pratica con un investimento di pochi euro è possibile evitare di dover sostituire il motore.

Nessun commento:

Posta un commento